Seleziona una pagina

Il pensiero logico e quello narrativo

 

Il pensiero logico è quello che ci permette di costruire concetti e categorie generali, di riordinare e riconoscere i vari nessi (causali e non) tra gli eventi.

Il pensiero narrativo è invece legato ai desideri, alle emozioni che proviamo, alle relazioni che siamo in grado di creare.

E’ grazie a questo tipo di “pensiero” che riusciamo a dare un senso alle esperienze che viviamo, a creare una storia, un racconto, una trama più ampia di tutto ciò che accade a noi e intorno a noi.

 

Scopri i benefici della scrittura!

 

Pensiero logico e narrativo. Scrivere ed essere se stessi

 

Per essere noi stessi, abbiamo bisogno di scrivere, leggere e reinterpretare la nostra storia, il nostro vissuto. Tutti abbiamo bisogno di un “racconto interiore”.

La nostra storia è parte integrante di noi stessi: costituisce la nostra identità, la nostra parte più profonda. 

Siamo fatti di emozioni, ricordi e sensazioni che guidano i nostri comportamenti, le nostre scelte.

Possiamo portare il nostro vissuto con noi, come un bagaglio pesante – a volte troppo pesante – oppure possiamo cercare di isolarci da esso, prenderci il “nostro tempo” per raccontare la “nostra storia”.

scrivere per stare bene

Le storie fanno parte di noi, nascono dalla nostra esperienza diretta e personale.

Per questo, ogni storia è una storia a sé ed è unica e irripetibile.

Le storie sono utili per mettere ordine e in qualche modo, per suggerirci una nuova chiave di lettura della nostra vita. Una chiave più intima e personale.

Il pensiero logico ci aiuta a mettere in ordine e il pensiero narrativo ad interpretare i fatti accaduti e a metterli in relazione fra loro.

La storia inizia quando varchiamo la soglia interiore del controllo. Appena abbiamo il coraggio di esplorare l’inaspettato, il sorprendente, l’inusuale.

Il pensiero narrativo – come diceva Jerome Bruner, psicologo statunitense – è un pensiero per immagini, che non segue una logica lineare, ma funziona per analogie, per somiglianze, in cui le immagini si fondono le une con le altre e si pongono in sequenza per somiglianza di contenuto, per similitudine di tonalità emotiva.

 

Pensiero logico e narrativo. Scrivere e ricordare

 

Narrare risponde all’esigenza di ciascuno di noi, di ricordare il passato, preservando una parte di noi che diversamente andrebbe perduta nelle tasche della memoria.

A volte il passato può far emergere una sensazione di nostalgia ma a lungo termine – riconciliarsi con il passato – ci aiuta a stare meglio con noi stessi e a vivere più serenamente il momento presente.

Se facciamo pace con il passato, possiamo pensare al futuro in modo positivo e costruttivo.

Sei d’accordo ?

scrivere fa bene

Perchè scrivere

  • per ricostruire la propria vita attribuendo senso e significato
  • per dare una nuova forma ai nostri ricordi e chiarire i propri progetti di vita
  • per scoprire nuove opzioni e fare pace con il passato

E tu, hai qualcosa del tuo passato con cui vorresti far pace ?

Pin It on Pinterest

Share This